Vademecum per le ipocondriache…

Tra i voli di linea diretti dai maggiori aeroporti italiani ci sono quelli di Air France e Alitalia. Tra i low cost, Meridiana da Cagliari, Catania e Milano Linate per Parigi Charles de Gaulle, Easyjet da Milano, Roma, Pisa, Napoli per Parigi Orly, mentre con Ryanair si va da Orio al Serio, Cagliari, Pisa, Roma, Trapani e Venezia a Parigi Beauvais. Il volo da Milano dura un’ora e trenta minuti. Il TGV, treno ad alta velocità, parte da Milano e arriva alla Gare de Lion in circa 7 ore, oppure da Roma e Venezia con destinazione Paris Bercy.Periodo migliore per partire

In inverno le temperature scendono spesso anche sotto lo zero, ma la città si presta ad essere esplorata anche in questo periodo, per il grande numero di musei e monumenti al chiuso che rendono piacevole la vacanza in qualunque mese. La primavera e l’estate sono, però, indubbiamente i periodi migliori perché si può godere dei parchi cittadini e delle escursioni in barca lungo la Senna.La capitale: cosa vedere

Per scoprire Parigi, la capitale francese si può partire dal suo simbolo la Tour Eiffel. Munita di ascensori e scale (si possono affrontare ben 1665 gradini) è divisa in tre livelli e ospita negozi, punti panoramici e ristoranti. Visioni panoramiche anche dall’Arc de Triomphe, voluto da Napoleone nel 1806 per esaltare i suoi successi. Tra le chiese più belle, Sacre-Coeur, la basilica bianca nel quartiere di Montmartre, laSainte- Chapelle, con le sue bellissime vetrate (per ammirarle al meglio scegliete una giornata di sole) eNotre-Dame, cattedrale tra le più grandi di Francia. Per un omaggio ad alcuni degli uomini più famosi di Francia, come Victor Hugo, Alexandre Dumas, Marie Curie, vale la pena di visitare lo scenografico Panthéon, dove se ne conservano le spoglie. L’arte contemporanea sta di casa al Centre Pompidou, mentre all’Institut du Monde Arabe, sono ospitate mostre ed esposizioni di 19 paesi appartenenti al mondo arabo. Le arti primitive trovano spazio al Musée du Quai Branly, progettato da Jean Nouvel, con reperti e oggetti dall’Asia all’Africa. La palma d’oro per il più grande spazio museale della città spetta però sempre al Louvre, con 35 mila capolavori, in uno spazio di 60 mila metri quadrati. Nuove architetture, hotel di design e locali alla moda anche a Bagnolet, a poche fermate di metro da Bastille e Belleville.I luoghi da non perdere in Francia

Tra  le mete più amate dai parigini chic c’è Belle-Île-en-Mer, l’isola più grande della Bretagna. Si trova a quattro ore di macchina. Un paesaggio da favola, con casette dei pescatori, gite in bicicletta, surf, uscite in barca e  picnic sulla spiaggia. La perla della regione è Nantes, considerata la città più vivibile di Francia. Con le architetture firmate da Le Corbusier e Jean Nouvel, castelli ed ex cantieri navali trasformati in parchi urbani, per tutta la famiglia. Ancora più vicina la Normandia, enclave gastronomica a due ore di auto, dove gli chef più famosi si nascondono in ristoranti di charme. L’Alta Normandia è giustamentefamosa per il lino. Sfilate, shopping, itinerari dedicati e anche raffinate ricette a tema . Per chi viaggia in famiglia, imperdibile un paio di giorni a Disneyland, il parco divertimenti più famoso d’Europa, che ogni anno si rinnova con attrazioni e spettacoli.Feste ed eventi

La notte bianca, si svolge in ottobre e coinvolge musei, giardini, monumenti che rimangono aperti per tutta la notte. LaFoire du Trone è una grande kermesse che si svolge da aprile a giugno nel Bois de Vincennes. Una giornata all’aria aperta, perfetta anche per chi viaggia con i bambini, con giostre, spettacoli musicali, acrobati, giocolieri. French Open, allo stadio Roland Garros. Insieme agli Open d’Australia, agli US Open e a Wimbledon, questo torneo internazionale di tennis costituisce un appuntamento imperdibile per tutti gli amanti del tennis. Per sportivi anche il Tour de France, nel mese di luglio, che si conclude proprio nel centro della città. La festa nazionale del 14 luglio, che celebra la presa della Bastiglia, la storica prigione per detenuti politici percepita come simbolo del potere reale. Musica, balli, fuochi d’artificio. Dal 15 luglio al 9 agosto si svolge il Festival Paris Quartier d’été, con musica, teatro, cinema.In valigia

Per lui: Abbigliamento comodo e caldo per la stagione invernale, con scarpe imbottite e cappello. Le occasioni di shopping, griffato e non, sono talmente tante che si può pensare di lasciarsi sedurre dagli acquisti sul posto.

Per lei: Maglioni di cachemire, stivali, guanti e cappello. Nella bella stagione abiti leggeri. Per le serate a teatro o nei club, tubino nero e scarpa gioiello. In estate, quando le giornate sono lunghe e più calde, ci si può muovere, per fare shopping e visite, sfruttando il programma Velib, nome che mette insieme velo (bicicletta) e lib (libertà). Le due ruote si possono prendere e lasciare in parcheggi diversi, disseminati un po’ in tutta la città. In questo caso ricordatevi scarpa da tennis, jeans e maglietta.Cosa mangiare

La città gourmand per antonomasia, con tavole e prezzi per tutte le tasche e per tutti i gusti. Nei ristoranti stellati si possono fare delle vere e proprie esperienze gastronomiche, come da Alain DucasseJean Pierre Vigato o Guy Martin, che propongono la cucina francese contemporanea, ma con ingredienti tipici, come anatra, tartufi, gamberi d’acqua dolce, filetti di petto di galletto, lumache e fegato d’oca.  Ma ci sono anche bellissimi café, piccoli bistrot e grandi brasserie, dove gustare zuppa di cipollecroque monsieur, simile al nostro toast, ma più ricco, o croque madame, con l’uovo, mules et frites, le cozze, con abbondanti patate fritte. Un altro grande classico sono i formaggi francesi, dal Roquefort al Camembert. Per una pausa veloce, magari tra una visita e l’altra, ci sono i Bar à huitres, specializzati in crostacei, frutti di mare, ostriche, in abbinata a calici di vino. Ottimi piatti, senza spendere cifre da capogiro, anche nei ristoranti delle scuole di cucina, come quella dell’Institut Vatel o l’Ecole de Paris des metiers de la table. Inutile dire che a Parigi, come in tutte le grandi metropoli, si può fare il giro del mondo a tavola, passando dai ristoranti cinesi a quelli arabi.Cosa comprare

Dalla moda ai prodotti gastronomici, lo shopping parigino può essere davvero folle. Tra gli indirizzi doc, quello di Serge Lutens, un vero artista che eccelle in tutti i campi della bellezza, dal make up alle fragranze per uomo e donna, che realizza ancora oggi con essenze rare, fiori, alberi e legno. I negozi Nature et Dècouvertes, propongono cosmetici biologici e prodotti originali a basso impatto ambientale. Poi ci sono le borse Hervé Chapelier, gli abiti vintage e i famosi tubini neri di Le Petit robe noir, i maglioni di cachemire per lei e per lui della Cashmere House. Nel concept store Zadig et Voltaire, il rock è chic, interpretato senza eccessi: giubbotti di pelle nera, orologi magliette a edizione limitata, piccole macchine fotografiche Leica. Lontano dalla globalizzazione della moda lo show room di Vanessa Bruno, dove si trovano capi originali, nati dall’incontro di trame preziose, lana, lino, seta e tessuti naturali. Da Kusmi Tea, si acquistano tè da tutto il mondo, come il Gunpowder verde cinese con le foglie arrotolate che ricordano piccole palline. Per i golosi ci sono gli scaffali di Fauchon, con foie gras, paté, champagne e cioccolata. Ma Parigi è anche la capitale dei brocanteur, dei mercatini d’antiquariato e dell’usato di qualità. Il più grande è il Marché aux pouches de Saint-Ouen.Da leggere sulla destinazione

In Com’è dolce Parigi, o No? (Sperling & Kupfer) l’autore, Antonio Capranica, cerca di spiegare la città in modo ironico e disincantato. Parigi città europea di charme: guida alla Parigi insolita e curiosa(ed. Ibis)itinerari per scoprire la parte meno turistica, ma più intima e interessante della capitale, di Martina Graziella. Itinerari insoliti anche nel libro I segreti di Parigi (ed. Mondadori) di Corrado Augias. Di taglio antropologico spiritoso il volume I francesi (ed. Sonda) di Nick Yapp, per conoscere il carattere dei nostri cugini d’oltralpe.

(Corriere.it)

Annunci