Il mese di ottobre ha tanti difetti:
È il mese del cambio ora. Dalla legale alla solare, fa buio presto;
La casa si raffredda e si inumidisce, ci si deve coprire e quindi è necessario un altro cambio, quello dell’armadio;
Trapunte, piumoni, plaid, chi più ne ha più ne metta, vanno tolti dalle custodie dove sono stati riposti in estate dopo essere stati lavati, per essere rinfrescati e messi sul letto a scaldare le notti autunnali;
Addio ai frutti succosi come cocomero e melone, fichi e ciliegie;
Addio alle vacanze estive e alle cene cin gli amici;

Ma…
È vero che fa freddo, altrimenti non potremmo indossare abiti eleganti che camuffano i piccoli difetti dopo averli mostrati a tutti con il solo costume e pareo in spiaggia;
È vero che fa freddo, altrimenti non potremmo goderci il calore di un camino anziché soffrire per l’afa;
È vero che fa freddo, altrimenti non potremmo assaggiare l’uva, le castagne e la frutta secca;
È vero che fa freddo, altrimenti non potremmo approfittare del cambio dell’ora e dormire un po’ di più;
È vero che fa freddo, altrimenti non potremmo invitare gli amici più cari a casa per un thè o una cenetta intima;
È vero che fa freddo, altrimenti non potremmo cucinare i risotti con i funghi, con la zucca, con il radicchio, la pasta con i ceci, i tortellini in brodo, il coniglio arrosto e lo stufato;
È vero che fa freddo, altrimenti non potremmo ammirare i colori della natura.

Annunci